La compagnia di navigazione norvegese Hurtigruten ha svelato i piani per la sua prima nave a emissioni zero. Inizialmente annunciata nel marzo 2022, con il nome del progetto “Sea Zero”, l’iniziativa prima nel suo genere ha rivelato i primi piani concettuali per la nave da crociera più efficiente dal punto di vista energetico del mondo. Hurtigruten Norway ha presentato i risultati insieme al suo consorzio di 12 partner marittimi e all’istituto di ricerca SINTEF, tutti uniti nella ricerca di viaggi marittimi senza emissioni. Incaricato di sviluppare soluzioni tecnologiche efficienti dal punto di vista energetico ea emissioni zero, il consorzio ha condiviso i risultati chiave dopo il suo primo anno di ricerca.

“Quando abbiamo inizialmente annunciato il progetto ‘Sea Zero’ più di un anno fa, ci siamo trovati di fronte alla sfida di non sapere quali tecnologie ci sarebbero state disponibili nel 2030. Il nostro compito era aprire la strada a nuove innovazioni e migliorare quelle esistenti per in linea con i nostri obiettivi di sostenibilità. Sebbene alcune di queste tecnologie abbiano raggiunto uno stadio relativamente avanzato, richiedono ancora ricerca e sviluppo dedicati per garantire un’implementazione di successo nel contesto marittimo. D’altra parte, alcune tecnologie sono ancora in fase di sviluppo iniziale e richiedono ricerche fondamentali e test approfonditi. Dopo un rigoroso studio di fattibilità, abbiamo individuato le tecnologie più promettenti per le nostre rivoluzionarie future navi da crociera. Ci impegniamo a consegnare una nave che superi tutte le altre in termini di efficienza energetica e sostenibilità entro pochi anni”, ha affermato Hedda Felin, CEO di Hurtigruten Norway.

In linea con la loro attenzione alle operazioni sostenibili su misura per la costa norvegese, Hurtigruten Norway progetta navi più piccole e costruite su misura che lasciano un’impronta positiva con zero emissioni sia in mare che a terra. Con la prima nave pronta nel 2030, la compagnia prevede di trasformare l’intera flotta in navi a emissioni zero. Poiché solo lo 0,1% delle navi in tutto il mondo attualmente utilizza la tecnologia a emissioni zero, il progetto di Hurtigruten Norway mira a migliorare drasticamente il record di sostenibilità e il futuro dei viaggi nell’industria delle crociere.

Le future navi di Hurtigruten Norway saranno elettriche e dotate di batterie che si ricaricano in porto. Combinando soluzioni di batterie da 60 megawatt-ora con la tecnologia eolica, la nave presenterà numerosi primati e soluzioni migliorate che non esistono oggi sulle navi da crociera, tra cui vele retrattili con pannelli solari, manovre di intelligenza artificiale, eliche controrotanti e più retrattili propulsori. Altre tecnologie includono la lubrificazione ad aria, il rivestimento avanzato dello scafo e la pulizia proattiva dello scafo.

I livelli della batteria verranno visualizzati sui lati esterni della nave, mentre il ponte, dove il Capitano e l’equipaggio guidano la nave, dovrebbe ridursi notevolmente di dimensioni a seguito del miglioramento dell’I.A. manovra, imitando quella della cabina di pilotaggio di un aereo. Hurtigruten Norway opera lungo la costa norvegese da 130 anni e ha una conoscenza superiore dei 34 porti in cui si ferma quotidianamente. La compagnia utilizzerà quindi l’intelligenza artificiale per raccogliere dati che apprendano i metodi di attracco e sgancio più efficienti per ciascun porto, migliorando le operazioni in porto in caso di maltempo o condizioni meteorologiche avverse.

I tre impianti alari retrattili e autonomi comprenderanno 1500 m² di pannelli solari e una superficie eolica totale di 750 m², raggiungendo un’altezza massima di 50 metri quando completamente estesi.

Hurtigruten Norway punta a un comfort superiore per gli ospiti e viste spettacolari a bordo della sua prima nave a emissioni zero. Una forma aerodinamica si tradurrà in una minore resistenza dell’aria, ridurrà il consumo di energia e aumenterà il comfort dei passeggeri. Oltre all’ampio spazio esterno, le superfici ampliate con finestre dedicate consentiranno una vista impareggiabile di quella che viene spesso descritta come “la costa più bella del mondo”.

“Stiamo sviluppando il concetto per un design di crociera molto innovativo e stiamo ricercando per trovare i metodi di progettazione ottimali adatti a navi a emissioni zero. La forma aerodinamica, con le sue innovative soluzioni di scafo e propulsione, non solo riduce il fabbisogno energetico, ma aumenta anche il comfort dei passeggeri. Nel processo, stiamo sviluppando nuovi strumenti di progettazione ed esplorando nuove tecnologie per l’efficienza energetica “, ha affermato Henrik Burvang, Research and Innovation Manager presso VARD, la società di progettazione e costruzione navale dietro i concept visual.

Gli ospiti svolgeranno un ruolo chiave nel ridurre al minimo il consumo di energia attraverso un’app mobile interattiva, dove potranno gestire la ventilazione ultramoderna della cabina, nonché misurare il proprio consumo di acqua ed energia.

Sea Zero è ora entrata in una fase di due anni in cui le tecnologie proposte saranno provate, testate e sviluppate ulteriormente alla ricerca della nave finale a emissioni zero. L’attuale fase di ricerca e sviluppo si concentra sulla produzione di batterie, tecnologia di propulsione, progettazione dello scafo e pratiche sostenibili che riducono al minimo assoluto il consumo di energia.

Lo sviluppo di nuove tecnologie per le operazioni alberghiere a bordo, che possono consumare fino al 50% del consumo totale di energia della nave, sarà fondamentale per il successo del progetto. L’obiettivo è una riduzione energetica del 50% rispetto alle navi attuali di Hurtigruten Norway.

La nuova nave a emissioni zero sarà lunga 135 metri, con 270 cabine che possono ospitare fino a 500 ospiti e 99 membri dell’equipaggio,inoltre la nuova nave sarà anche equipaggiata di un garage per il trasporto di veicoli.

Foto:Vard

/ 5
Grazie per aver votato!

Trending