Mitsubishi Shipbuilding Co., Ltd. ha tenuto la cerimonia di battesimo e varo per il traghetto Sunflower Kurenai, il primo di due grandi traghetti alimentati a GNL in costruzione per Mitsui O.S.K. Linee, Ltd. (MOL). La cerimonia si è svolta presso lo stabilimento Enoura presso il cantiere navale Shimonoseki Shipyard & Machinery Works di MHI nella prefettura di Yamaguchi. La consegna è prevista per dicembre 2022, al termine dei lavori interni e delle prove in mare. La nuova nave entrerà in servizio da gennaio 2023 sulla linea regolare tra Osaka e Beppu operata dalla Ferry Sunflower ,in sostituzione dei traghetti Sunflower Ivory e Sunflower Cobalt in servizio dal 1997.

Il Sunflower Kurenai è lungo 199,9 metri,largo 28 metri,con una stazza lorda di circa 17.300 tonnelate. La nave ha una capacità di ospitare 716 passeggeri, circa 137 camion da 13 metri e circa 100 autovetture. Il motore principale è un motore a doppia alimentazione ad alte prestazioni, il primo del suo genere presente su un traghetto nazionale, che può funzionare sia con gas naturale liquefatto (GNL) che con olio pesante di tipo A. Offre prestazioni ambientali eccezionali, ottenendo una riduzione del 20% delle emissioni di CO2 e quasi zero emissioni di ossidi di zolfo (SOx), mitigando così l’impatto ambientale. Rispetto ai traghetti precedenti, il SUNFLOWER KURENAI offre anche una capacità di carico significativamente maggiore per i camion, una sala più spaziosa per i conducenti di camion e uno spazio sostanzialmente maggiore per passeggero. Ampie aree pubbliche includono strutture balneari ampliate, un ristorante più spazioso e un atrio che si estende su tre piani. In questi e in altri modi, il nuovo traghetto risponde all’odierno spostamento modale nell’industria dei trasporti (Nota 1), ottenendo allo stesso tempo progressi nel settore delle crociere occasionali.

Nell’ambito delle iniziative strategiche del Gruppo MHI per promuovere la transizione energetica, Mitsubishi Shipbuilding sta riducendo l’impronta di carbonio dell’industria marittima attraverso la costruzione di navi alimentate a GNL, come modo per contribuire alla realizzazione di una società a emissioni zero. Il Giappone oggi sta subendo un trasferimento modale dal trasporto terrestre al trasporto marittimo nel tentativo di ridurre le emissioni di carbonio, nonché di compensare la carenza di conducenti di camion a lungo raggio e ottenere una riforma dello stile di lavoro. Parallelamente a questo spostamento, la domanda è in aumento per traghetti e navi RoRo (Nota 2) e per navi sempre più grandi. In futuro, Mitsubishi Shipbuilding, in qualità di integratore di sistemi marittimi, continuerà a costruire traghetti e navi cargo-passeggeri efficienti dal punto di vista del consumo di carburante e armoniosi dal punto di vista ambientale, supportando un funzionamento stabile, lavorando a stretto contatto con i suoi partner commerciali per risolvere diversi problemi che devono essere affrontati.

/ 5
Grazie per aver votato!

Trending